I trattamenti osteopatici in gravidanza: equilibrio e sollievo

Il trattamento osteopatico alla donna in gravidanza è di considerevole aiuto per risolvere disturbi e malesseri legati a cambiamenti di peso e postura. Si tratta di manipolazioni estremamente delicate, volte ad aiutare gentilmente il corpo ad affrontare la trasformazione necessaria allo sviluppo del bambino e la fase di recupero successiva alla nascita.

L'Osteopatia è un metodo di intervento manuale molto gentile, che può evitare l'utilizzo di medicinali analgesici e antinfiammatori nella risoluzione dei tipici disturbi legati alla gestazione, al parto e al post-parto.

Durante la gravidanza il corpo della donna subisce una profonda trasformazione. Un cambiamento viscerale e strutturale che, nel corso dei mesi e delle settimane, sposta il centro di gravità con progressivi adattamenti del sistema muscolo scheletrico.

Spesso il corpo fatica a rispondere adeguatamente a questo straordinario cambiamento, che può quindi essere causa di una serie di disturbi e malesseri della colonna vertebrale e della sua muscolatura.

Mal di schiena (lombalgie e sciatalgie), nausea, mal di testa e disturbi della circolazione legati alla ritenzione dei liquidi: gonfiore alle gambe e agli arti in generale.

La situazione di tensione e disarmonia che si viene a creare è scomoda e fisicamente impegnativa, sia per la mamma che per il nascituro e può portare quest'ultimo ad assumere posizioni meno favorevoli alla nascita.

Scopo del trattamento osteopatico è quello di ripristinare l'equilibrio naturale del corpo, accompagnandolo nel suo percorso di cambiamento, per una situazione armonica e di benessere che agevoli una gravidanza serena e un parto naturale senza complicazioni.

Disturbi femminili e osteopatia

L'osteopatia interviene anche sui principali disturbi legati alla sfera femminile, compresi i disturbi della menopausa.

Problemi legati al ciclo mestruale come dolori, irregolarità, pancia gonfia, sono collegati alla colonna vertebrale al bacino, al sistema sospensorio viscerale e tendono a migliorare sostanzialmente con delicate manipolazioni che restituiscono mobilità ai tessuti.

Dolcezza e serenità: i trattamenti osteopatici per i bimbi

L'approccio osteopatico, calmo, sereno, sempre gentile è idoneo anche a trattare i bambini, fin dalla più tenera età.

La nascita infatti è l'evento più stressante per il nostro corpo, in particolare per il cranio, che è naturalmente plasmabile per affrontarlo. Nei primi giorni di vita, questa caratteristica di grande plasmabilità si perde, tuttavia può accadere che alcuni bambini, specie se la nascita è stata particolarmente difficoltosa, fatichino a completare il processo.

Problemi pediatrici di coliche, rigurgiti, difficoltà di nutrimento e sonno agitato, potrebbero essere segnali di disfunzione ai quali il trattamento osteopatico può rispondere efficacemente. Una soluzione gentile che evita l'assunzione di farmaci spesso sconsigliata in giovane età.

Con la crescita, altri problemi anche gravi, possono riguardare ritardi nello sviluppo fisico e nell'uso del linguaggio, difficoltà di apprendimento e problemi comportamentali e di coordinazione che spesso non hanno una specifica diagnosi medica ma che possono ottenere rapidi miglioramenti attraverso il trattamento osteopatico.

Anche i disturbi recidivi alle vie respiratorie, tipici dell'età infantile come le infezioni alle orecchie (otiti) spesso causa di disturbi all'udito, possono essere imputate a restrizioni strutturali relative ai traumi della nascita e risolvibili o ridotte sensibilmente con trattamenti osteopatici evitando l'uso di antibiotici.

In generale, i sostanziali cambiamenti del corpo e della postura legati alla crescita, sono agevolati dal trattamento osteopatico che aiuta la struttura a svilupparsi in modo armonico e naturale.

Registro degli Osteopati d'Italia